Lavoro a progetto -

Per la Cassazione anche i contratti di collaborazione possono garantire il lavoratore

di Alfredo Casotti Maria Rosa Gheido - Consulenti del lavoro

La Cassazione, con sentenza n. 6039 del 18 aprile 2012, ha stabilito che anche i contratti di collaborazione possono garantire il lavoratore; l’azienda può recedere solo in caso di grave inadempimento che è comunque tenuta a provare. Si rileva che anche nel disegno di legge di riforma del mercato di lavoro, si prevede che il committente possa recedere prima della scadenza del termine del contratto di lavoro a progetto, oltre che per giusta causa, anche quando siano emersi profili di inidoneità professionale del collaboratore tali da rendere impossibile la realizzazione del progetto.